Storia di Uomini e Valori

A Nervesa della Battaglia, Treviso, esiste un’azienda che enfatizza con passione una combinazione vincente: il rispetto per la tradizione e la contemporaneità organizzativa premiata da progressivi successi di mercato e prestigiosi riconoscimenti internazionali, che mantiene la vitalità di una cultura presente a Trieste da oltre duecento anni. Il suo nome è quello di una rinomata birreria inaugurata nel “Borgo Teresiano” di questa città nel 1766, quando l’Imperatrice Maria Teresa d’Austria la trasformò da piccolo borgo di pescatori nel più importante emporio marittimo dell’Impero asburgico. Nata dalla capacità imprenditoriale di Martino Zanetti, guidata dalla preziosa sapienza dei migliori mastri birrai, dal 2000 la Fabbrica di Birra Theresianer garantisce la miglior tradizione mitteleuropea di alta qualità nel bere.

Chiarezza e coerenza: l’importanza di una scelta

Appassionare gli intenditori con una selezione di prodotti “unici” impone scelte di produzione e di distribuzione ben precise: l’impiego d’ingredienti eccellenti è la prima regola. Theresianer segue scrupolosamente la più antica legge ancora in vigore nel settore alimentare, quella che tutela la genuinità della birra. Promulgato dal Duca Guglielmo IV di Baviera nel 1516, l’“Editto di Purezza” recita che la birra tedesca può essere fabbricata unicamente con malto d’orzo o di frumento, luppolo e acqua. A questi ingredienti si è aggiunto più tardi il lievito, ancora sconosciuto all’epoca.

Guglielmo IV di Baviera, firmò, il 23 aprile 1516, il famoso documento sulla “regolazione della purezza” per la produzione della birra bavarese.
Guglielmo IV di Baviera, firmò, il 23 aprile 1516, il famoso documento sulla “regolazione della purezza” per la produzione della birra bavarese.
facciata-theresianer
Lo storico edificio che ospita la Fabbrica di Birra Theresianer a Nervesa della Battaglia, Treviso